Attività

 Presentazione AISERV 2014

  1. 1. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Mercoledì 21 Maggio 2014 – ore 19,30 via Tommaso de Amicis, 12 – 80145 – Napoli (adiacente Policlinico)
  2. 2. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Carattere volontario e non ha scopo di lucro Fondata a Napoli il 29 ottobre 1989 SCOPI Attività Culturali: promuovere, incentivare e diffondere la conoscenza, le attività di ricerche e studio nel campo delle malattie virali; sviluppare i rapporti tra ricerca scientifica e divulgazione attraverso la promozione di iniziative rivolte all’ambito scolastico nonché a tutta la popolazione; istituire corsi di aggiornamento nel campo delle malattie virali; istituire borse di studio per giovani laureati; organizzare tavole rotonde, conferenze e congressi scientifici. Aspetti scientifici e di ricerca: svolgimento della ricerca scientifica nel campo della Virologia con particolare indirizzo verso gli agenti virali che in ogni tempo possono presentare attualità; gestione di laboratori ed attrezzature specialistiche per lo svolgimento di attività scientifica e diagnosi precoce. Attività solidaristica: assistenza socio-sanitaria rivolta ad arrecare benefici a soggetti versanti in specifiche condizioni di bisogno in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, sociali o familiari, ovvero nei componenti di collettività estere.
  3. 3. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Presidente Onorario Past President
  4. 4. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Quindi, i virus conosciuti rappresentano solo la punta dell’iceberg, in quanto le sequenze meta- genomiche (cioè i mattoni che compongono i virus) presenti nell’ambiente sono il maggior serbatoio di materiale sconosciuto. Secondo il ricercatore francese Patrick Forterre dell’Istituto Pasteur di Parigi, in 1 kg di sedimento marino ci sono più di 10.000 genotipi virali e considerando gli oceani di tutto il mondo si possono contare centinaia di migliaia di genotipi virali! I virus sono gli abitanti più numerosi del pianeta terra. Rappresentano il componente maggiore della biosfera (parte della sfera terrestre abitata da organismi viventi).
  5. 5. Gli obiettivi statutari e i settori prioritari di attività  Informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica: per combattere i pregiudizi che ancora accompagnano il settore delle Malattie Infettive e sviluppare una conoscenza aggiornata sulle malattie virali e le attuali possibilità di curarle.  Informazione e prevenzione rivolte ai pazienti e ai familiari per arrivare precocemente alla diagnosi e alla cura più specifica e per favorire il rapporto iniziale tra paziente e strutture sociosanitarie specialistiche.  Studio e realizzazione di progetti finalizzati alla promozione di iniziative rivolte alla diffusione, nell’ambito delle scuole nonché a tutta la popolazione, delle problematiche legate alle infezioni virali, al consumo di sostanze stupefacenti ed all’abuso di alcol.  Attività solidaristica: assistenza socio-sanitaria rivolta ad arrecare benefici a soggetti versanti in specifiche condizioni di bisogno in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, sociali o familiari, ovvero nei componenti di collettività estere.
  6. 6. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Le nostre campagne informative Nel settore delle malattie infettive ed in particolare in quello della malattie virali, riteniamo di essere l’associazione che più di tutti ha investito denaro (per la verità poco in quanto l’AISERV dispone di poche risorse economiche) e energie (tante) in campagne di informazione e prevenzione a carattere regionale e provinciale Siamo orgogliosi di essere stati pionieri nel comunicare e informare sulle malattie infettive trasmissibili allo scopo di prevenire
  7. 7. Con il patrocinio di: F.I.G.C .- L.N.D. Sala Consiliare Comune di Marano (NA) 29 Maggio 2009 ore 17,00 BOYS MARANO Castrese Veccia – Presidente A.S.N. Boys Marano Salvatore Colonna – Presidente Regionale C.R.C. L.N.D. Vincenzo Pastore – Segretario Regionale C.R.C. L.N.D. Salvatore Amatrudo –Coordinatore Federale Settore Giovanile e Scolastico Coordinatore: Vincenzo Granata Ore 17,30 Introduzione al workshop: Giulio Tarro Moderatori: Alfonso De Nicola – Enrico D’Andrea Ore 17,45 – Giorgio Liguori La promozione della salute nelle attività sportive e motorie Ore 18,00 – Rodolfo Buccico Requisiti Igienico-Organizzativi degli impianti sportivi Ore 18,15 – Sergio Ferraro Importanza dello screening cardiologico nello sportivo Ore 18,30 – Roberto Zomak Traumatismi del ginocchio Ore 18,45 -Ciro Esposito Infezioni virali rilevanti nella comunità sportiva Ore 19,00 -Domenico Guarnaccia L’alimentazione dello sportivo Ore 19,15 – Alberto Vito Importanza dell’assistenza psicologica nello sport Ore 19,30 – Interazione con l’auditorium Modera: Giuseppe Cresci Ore 19,45 Conclusioni: Vincenzo Russo Presidente Ass. Medico Sportiva di Napoli della F.M.S.I. – C.O.N.I.
  8. 8. A. I. S. E. R. V. Associazione Italiana per lo Studio E la RicercaVirologica O. N. L. U. S. Registro Regionale del Volontariato n. –241 Decreto n. 14053 del )25/09/1996 PROGETTO “SCUOLE APERTE”
  9. 9. Allarme Obesità  1/3 dei ragazzi italiani è obeso o in sovrappeso (circa 5 milioni di obesi)  Incremento di circa il 9% rispetto al 2000  Aumento del 20-30% l’apporto calorico passando da 2900 a 3300 calorie negli ultimi 40 anni
  10. 10. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Sportello ascolto 081/7067310 Lunedì, Mercoledì e Venerdì Ore 10,00 – 13,00 Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996
  11. 11. A. I. S. E. R. V. Associazione Italiana per lo Studio E la RicercaVirologica O. N. L. U. S. Registro Regionale del Volontariato n. 241 Decreto n. 14053 del 25/09/1996
  12. 12. A. I. S. E. R. V. Associazione Italiana per lo Studio E la RicercaVirologica O. N. L. U. S. Registro Regionale del Volontariato n. 241 Decreto n. 14053 del 25/09/1996 Teatro Sannazzaro 2 Ottobre 2009 – ore 20,30 Giulio Tarro Presidente Onorario AISERV Ciro Esposito Presidente AISERV Direttore UOC Virologia – A.O. Cotugno Oreste Perrella Direttore VII Divisione – A.O. Cotugno Antimo Di Spirito Dirigente Biologo – UOC Virologia – A.O. Cotugno Domenico Guarnaccia Dirigente Medico – Lab. Analisi – A.O. Cotugno RECITAL — ore 21,30 Monica Assante e Raffaello di Tatisso Converso In Cu’ tutt’ ‘o core! Musiche e poesie di un tempo andato…… con Mimmo Napolitano – Pianoforte Peppe Di Colandrea – Clarino e Sax Luigi Sigillo – Contrabasso Gianluca Mirra – Batteria e Percussioni
  13. 13. INCONTRO – DIBATTITO “ Per non lasciarsi ……influenzare” Cosa occorre conoscere sull’Influenza Teatro Sannazzaro 2 Ottobre 2009 – ore 20,30
  14. 14. INCONTRO – DIBATTITO “ Per non lasciarsi ……influenzare” Cosa occorre conoscere sull’Influenza Teatro Sannazzaro 2 Ottobre 2009 – ore 20,30
  15. 15. INCONTRO – DIBATTITO “ Per non lasciarsi ……influenzare” Cosa occorre conoscere sull’Influenza Teatro Sannazzaro 2 Ottobre 2009 – ore 20,30
  16. 16. E.C.H.I.A. “Experimenti Cultura Hominis In Actions” Le malattie infettive nelle scuole e nelle comunità Cosa sono, come si diffondono, come prevenirle, cosa fare
  17. 17. E.C.H.I.A. “Experimenti Cultura Hominis In Actions” Campagne di informazione, rivolte soprattutto ai giovani, sulle malattie infettive molto “gettonate” come l’AIDS, le epatiti virali, ed altre malattie trasmissibili con i rapporti sessuali ed il sangue. E’ stato realizzato un opuscolo informativo sulle malattie infettive “Cosa sono come si diffondono, come prevenirle, cosa fare” e distribuito ai ragazzi delle scuole medie. Sportello ascolto dove professionisti dell’AISERV si sono impegnati ad ascoltare le problematiche oggetto del progetto, dando la possibilità a molte persone di esprimere le proprie difficoltà in modo anonimo e discreto. Seminari e focus group con l’obiettivo di formare un gruppo di volontari impiegati per promuovere la prevenzione in campo socio-sanitario. Opuscolo informativo sulle malattie infettive “Cosa sono come si diffondono, come prevenirle, cosa fare” e distribuito ai ragazzi delle scuole medie.
  18. 18. E.C.H.I.A. “Experimenti Cultura Hominis In Actions” Un testimone racconta “ Molto interessante mi ha fatto vedere in un altro modo le persone che soffrono di malattia infettive” “Interessante e mi ha fatto capire che una malattia infettiva è guaribile e/o curabile a differenza di quello che pensavo prima”
  19. 19. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S Registro Regionale del Volontariato n. 241 Decreto n. 14053 del 25/09/1996 “ Perequazione per la progettazione sociale Regione Campania” Una Rete contro le Droghe “Progetto realizzato con fondi protocollo d’intesa fondazioni bancarie e volontariato” 2011/2013
  20. 20. L’inganno droga Strategie di prevenzione del disagio giovanile Prevenzione medica e implicazioni per la salute Sala Congressi “De Lorenzo” A. O. Cotugno 28 Febbraio 2011
  21. 21. Azioni del progetto Azione 1 “Le droghe non sono un gioco…per noi ragazzi” Campagna promozionale contro le droghe nelle discoteche, pub, locali pubblici Azione 2 “La notte è fatta per… amare” Rivolta a coloro che vivono la notte eccedendo in comportamenti a rischio Azione 3 “ La scuola è di tutti” Percorso ludico ricreativo volto a promuovere attività preventive e di socializzazione
  22. 22. Perché la scuola Insieme alla famiglia, rappresenta la principale agenzia educativa in grado di guidare il giovane nella propria crescita e nelle proprie scelte
  23. 23. OFFERTA FORMATIVA • DIDATTICA: incontri di prevenzione medica e psicologica (ragazzi, docenti e genitori) • LABORATORI: counseling, artistici, creativi e teatrali
  24. 24. Il nostro contributo Informazioni chiare, con linguaggi quanto più comunicativi e comprensibili, sempre conservando il rigore scientifico di base, sulle implicazioni e le conseguenze per la salute dovute all’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso alcolico. Patologie infettive % popolazione generale % tossicodipendenti (per via endovenosa) Infezioni da HIV 0,1 – 0,3 20 – 30 Epatite da HBV 0,5 – 1,2 30 – 50 Epatite da HCV 0,7 – 1,4 50 – 70 Tubercolosi 0,007 10 AIDS* Sifilide 0,0008 2 – 3 * il 10% dei portatori di AIDS presenta infezione tubercolare I giovani hanno la libertà di poter scegliere il loro destino ma devono farlo nell’ottica e nella consapevolezza che scelte sbagliate modificheranno la loro vita
  25. 25. Alcuni nostri momenti… Laboratori artistici
  26. 26. Laboratori teatrali • Promuovere la socializzazione dei ragazzi attraverso musica, danza e teatro • Messa in scena di uno spettacolo musicale
  27. 27. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Attività ultimo anno Caregiver HIV e MI Seminari Tumori HIV Alzheimer rafforzato la collaborazione con altre associazioni di volontariato che operano nel sociale Strategie di Prevenzione controllo del rischio infettivo, igiene, primo soccorso
  28. 28. Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato Rete di Auto e Mutuo Aiuto e Caregiver negli Ospedali Campani per pazienti affetti da HIV e Malattie Infettive Aggregazione di enti no profit, pubblici e del privato sociale che operano negli Ospedali che vogliono rafforzare il ruolo e la presenza del volontariato in tema di salute pubblica. Obiettivo sostenere la rete ospedaliera non profit in tre strutture ospedaliere (Cotugno, Monaldi e C.T.O.) rispondere ai bisogni sociosanitari dei cittadini, in particolare dei meno abbienti e/o in stato di disagio, dando sostegno concreto ai nuclei familiari, soprattutto malati immigrati di HIV e malattie infettive.
  29. 29. Rete di Auto e Mutuo Aiuto e Caregiver negli Ospedali Campani per pazienti affetti da HIV e Malattie Infettive Ente Risorse AISERV Medici, biologi ed animatori VOLA Operatori soci sanitari AGENZIA ARCIPELAGO Psicologi ed educatori OSPEDALE DEI COLLI Psicologi NPS Italia Onlus Operatori soci sanitari Anlaids Operatori soci sanitari Scuola Romana di Terapia Familiare Psicoterapeuti
  30. 30. Live in Caregiver Seminari 13/02/2014 – Ore 18.00 Consorzio Campania Solidarietà Sociale Relatori: Prof. Dott. Giulio TARRO – Prof. Dott. Ciro ESPOSITO “Le patologie tumorali: dalla prevenzione al supporto alimentare” 19/02/2014 – Ore 18.00 Relatori: Prof. Dott. Pietro CARRIERI – Prof. Dott. Domenico GUARNACCIA “Aspetti clinici della demenza (Alzheimer): alimentazione, immobilizzazione, allettamento, infezioni” 06/02/2014 – Ore 10.00 Relatori: Prof. Dott. Ciro ESPOSITO – Prof. Dott. Domenico GUARNACCIA – “L’infezione da HIV: dalla prevenzione alla gestione terapeutica del paziente” “VILLA BRUNO” SAN GIORGIO A CREMANO (NA)
  31. 31. Strategie di Prevenzione: controllo del rischio infettivo, igiene, primo soccorso A cura di Giuseppe Cerrota, Luigi De Vito, Ciro Esposito, Domenico Guarnaccia
  32. 32. Strategie di Prevenzione: controllo del rischio infettivo, igiene, primo soccorso CORSO FORMATIVO A CURA DELL’ A.I.S.E.R.V. ” e’ mali che nascono si guariscono presto. Ma, quando, per non li avere conosciuti, si lasciano crescere, in modo che ognuno li conosce, non vi e’ più rimedio” Niccolò Machiavelli (riportata nel testo “il principe” datato 1513)
  33. 33. 458
  34. 34. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Previsioni future Sicuramente le priorità dell’AISERV si concentreranno sulla prevenzione delle malattie infettive che ancora oggi rappresentano un grave problema di Sanità pubblica. Una speciale attenzione sarà rivolta:  al sostegno di iniziative di contrasto alle diseguaglianze;  alle nuove forme di dipendenza non legate all’assunzione di droghe legali (alcol e tabacco) e illegali (sostanze stupefacenti) ma a comportamenti.
  35. 35. A.I.S.E.R.V. e N Ente Referente Ruolo del Partner 1 Abili Diversamente Fabio Vallante Area divulgativa 2 IPERS Giuseppe Errico Direttore progetto 3 Agenzia Arcipelago Angela La Torre Coordinatrice 4 Movimento famiglie Teresa Di Palma Area divulgativa 5 Cantiere sociale Comune di Vico Equense Rete di collegamento “L’Azienda Ospedaliera per l’integrazione delle etnie minoritarie” Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Legge 266/91
  36. 36. “L’Azienda Ospedaliera per l’integrazione delle etnie minoritarie” Progetto di tutela sanitaria, rivolto ai cittadini stranieri, con particolare attenzione verso i minori/genitori, finalizzato a garantire l’accesso alle strutture sanitarie ed alle cure.
  37. 37. “L’Azienda Ospedaliera per l’integrazione delle etnie minoritarie” Obiettivo Agevolazione nell’espletamento di attività e nell’accesso e nella fruizione di servizi sanitari
  38. 38. “L’Azienda Ospedaliera per l’integrazione delle etnie minoritarie” Sportello Accompagnamento Mediazione medico paziente
  39. 39. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Nuove dipendenze Negli ultimi anni, con l’avvento di Internet e delle nuove tecnologie dell’elettronica, della telefonia e dell’informatica, si sono diffuse anche nuove forme di dipendenza non legate all’assunzione di droghe legali (alcol e tabacco) e illegali (sostanze stupefacenti) ma a comportamenti.
  40. 40. Quali sono? Doping Lavoro Televisione La dipendenza da cibo Sesso (& V.T.) Videogiochi Internet Acquisti (&V.T.) Gioco d’azzardo (& V.T.) Computer Relazioni sentimentali (& V.T.) Sport e sport estremi
  41. 41. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S (Registro Regionale del Volontariato n. 241 – Decreto n. 14053 del 25/09/1996) Malati d’azzardo – Ludodipendenza  Il gioco d’azzardo terza industria italiana dopo Eni e Fiat  L’Italia e’ ai primi posti nel mondo per spesa pro-capite: oltre 790 euro nel 2008, con un fatturato di circa 47,5 miliardi di euro: 10 in meno di Fiat e circa la metà di Eni  Gioca il 47% degli indigenti e il 66% dei disoccupati  Il fenomeno e’ in crescita tra i giovani  4,5 miliardi in Campania (circa il 10% del giro d’affari annuo)  2,5 miliardi concentrati a Napoli Per i giocatori “compulsivi” il fattore economico resta marginale per questo il gioco d’azzardo è considerata una malattia emozionale che non conosce differenze di status. La crisi economica è l’accelleratore degli affari del gioco. Lo scommettitore vede nel gioco la grande occasione di benessere ………….ma la ludodipendenza può aprire anche la botola dello smarrimento esistenziale
  42. 42. Scuola Famiglia
  43. 43. Prevenzione I ragazzi, per navigare sicuri, non hanno bisogno di scialuppe di salvataggio, ma di qualcuno che indichi loro la rotta.
  44. 44. Costruire un futuro migliore
  45. 45. A.I.S.E.R.V. Associazione Italiana per lo Studio E la Ricerca Virologica Organismo Regionale O.N.L.U.S R. R. del Volontariato n. 241 – Decreto n. 140 53 del 25/09/1996 Tessera dei nostri servizi Nome __________________________ Cognome ________________________ Anno __________________________ Consulenza medica Consulenza fiscale Consulenza legale